riflessioni, idee e progetti... per camminare senza "calpestare"

01/11/10

AAA cercasi castello!!

Scherzetto!!! E' che (eco)sogno e i sogni e la fantasia vanno sempre un po' più in là. La realtà è che avere genitori e suoceri che cominciano ad andare avanti con gli anni  e che hanno sempre più spesso bisogno di noi, ci costringe a a correre da destra a sinistra e da sinistra a destra. Allora mi vien voglia di trovare una grande casa, e avvicinarci tutti.
Vorrei ottimizzare spostamenti e anche la possibilità che avrebbero di prendersi cura gli uni degli altri, di farsi compagnia... pensavo ad un casale. Poi sognando sognando confesso che il mio più grande sogno sarebbe prendermi cura, mentre mi occupo di loro, anche di un vecchio borgo rimasto solo e qui intorno a noi ce ne sono di bellissimi con le mura di cinta e piccole case... Penso al castello di Zocco,




a Cibottola...


e altri ancora. Sarebbe bello rimetterli a posto pietra dopo pietra, avendo cura di non violentare la storia di quei luoghi e facendoli rivivere realizzando tutte le migliori tecnologie per farli essere luoghi vivibili, ma a basso impatto ambientale! Per completare questo sogno ad occhi aperti, mi piacerebbe tantissimo dedicare alcuni  spazi per creare una piccola sartoria, una falegnameria, luoghi in cui realizzare lavori creativi, piccoli progetti per offrire alle persone che seguo per il mio lavoro la possibilità di avere un impegno quotidiano che li faccia sentire il più realizzati possibile...
Che qualcuno che gioca e vince al superenalotto mi ascolti!!;)))

4 commenti:

Annarita ha detto...

Abbiamo gli stessi sogni Linda, tutto quello che hai nominato l'ho immaginato anche io...bè dai, riuscissimo a vincere al superenalotto ci compriamo la Torre e annessi...;)
Bè, magari i miei "anziani" è meglio per tutti che non ce li metto, però.....

Gata da Plar - Mony ha detto...

E' un sogno stupendo e se vinco tanto e bene, sta sicura che ce n'è per tutti!!!! ^_______^

A proposito... quei posti mi intrigano tantissimo... adoro andare per borghi "abbandonati" e sognare ad occhi aperti, come fate tu e Annarita! ^____^

Sapete, in Abruzzo è stato aperto il primo "Albergo Diffuso", ovvero una struttura alberghiera dove reception, ristorante e camere sono sparse all'interno di un piccolo borgo acquistato e ristrutturato da un ragazzo, credo, tedesco (?) non ne sono sicura... spetta cerco sul web...
eccolo!!!

http://www.albergodiffuso.net/abruzzo/albergo-diffuso-sextantio/

non è un amore!??
Poi aggiungendovi i laboratori come dici tu... verrebbe una FA-VO-LA!!!

Un abbraccio!

FascinationStreet ha detto...

un sogno davvero particolare che condivido, mi piacerebbe molto poter avere tutta la mia famiglia riunita sotto lo stesso tetto!
complimenti per il blog, molto interessante!
io sonobarbara
^_^

verdelinda ha detto...

ciao Barbara che sorpresa non mi ero accorta che eri passata di qui! Grazie per i complimenti, appena posso faccio un giretto nel tuo blog ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...